“Dance is not forever”

L’arte non è solo pittura, scultura e/o architettura. Anche la danza è una forma artistica e, come tale, può diventare oggetto di esposizione e di ammirazione da parte del pubblico. Ambra Pittoni è un’artista italiana, nata nel 1978 e ora residente ed attiva a Berlino. Lo scorso 1° ottobre ha inaugurato un nuovo spazio dedicato ad eventi Pop Up per giovani creativi presso il ‘Via Ludovico il Moro 9’ (sito in via Ludovico il Moro 9, appunto!) a Milano.

La Pittoni ha presentato per l’occasione la performance “Dance is not forever” interpretata da Ippolita Baldini e da Yusuke Yamasaki e realizzata in collaborazione con il sound artist Francesco Cavaliere. Grazie a molte ore di preparazione si è potuto far coincidere un determinato suono ad un particolare movimento. Il lavoro diretto dalla Pittoni nasce dalla constatazione di quanto la danza sia effimera e ‘fuggitiva’ e di come essa non esista più una volta uscito di scena il ballerino. “Come renderla più duratura e concreta, allora?”, questa è stata la domanda dalla quale è partita l’artista italiana diplomata all’ Accademia di Arte Drammatica Paolo Grassi in danza contemporanea, laureata in Scienze della Comunicazione, e diplomata all’ Accademia di Belle Arti di Brera. Ambra con il suo lavoro ha vinto il bando ‘Experience’ indetto da Milanotrepuntozero, progetto nato per mano della Fondazione Milano e dell’Accademia di Comunicazione con il contributo di Fondazione Cariplo. La nuova sede milanese è stata concessa cortesemente ad uso gratuito da Umberto e Dianella Chiodi, e sarà gestita da Ambra, Giulia Pastore e Alice Bescapè.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!