“L’Odissea” di Horiki Katsutomi in mostra a Torino

Dal 4 novembre all’11 novembre, Palazzo Saluzzo Paesana, Torino, ospita “Incontri con L’Invisibile”, l’esposizione di alcune delle opere dell’artista giapponese Horiki Katsutomi. Si tratta di 9 tele e 6 acquerelli recenti.

L’artista Giapponese, che da quarant’anni vive in Italia, ispira il suo ciclo di opere all’Odissea di Omero. L’interesse per l’opera letteraria sembra quasi la metafora del viaggio personale intrapreso dall’artista fino in Europa. Il viaggio Omerico viene raccontato da Katsutomi attraverso un linguaggio astratto, quasi invisibile grazie al quale si percepisce una costante idea di viaggio inteso anche come “ricerca” nel mondo e in se stesso. La genialità dell’artista sembra invertire ciò a cui siamo abituati cosicché l’arte orientale cerca ispirazione dalle parole occidentali, arrivando ad una straordinaria sintesi tra cultura orientale e cultura occidentale.

Il tema del viaggio di Ulisse nelle sue tele è suddiviso in quattro sottotemi: il maschile, rappresentato da Eolo ed Ulisse, ed il femminile di Itaca e Ogigia, alla quale si aggiunge Calipso che sembra essere l’unica eccezione all’orizzontalità che impera nella mostra, difatti è rappresentata da una striscia verticale posta su una base di tonalità rosate, chiaro riferimento all’intima sensualità femminile.

Ulisse, invece, viene dipinto dal maestro nipponico in diverse varianti di formati e colori con la costante di una striscia astratta nella parte superiore della tela a rappresentare la chiglia di una nave.

Ciascun dipinto di Horiki rappresenta un viaggio nell’ampio mondo di relazioni tra il visibile e l’invisibile.

La mostra, a cura di Enrico Debandi, è visibile al pubblico fino all’11 novembre 2011 tutti i giorni dalle 11:00 alle 19:00 (sabato 5, in occasione della notte delle arti contemporanee, fino alle 24), a Palazzo Saluzzo Paesana, Appartamento Padronale Via della Consolata 1 Bis, Torino.

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!