A Firenze il ritorno della bellezza del Cinquecento e del Seicento

Cinquecento e Seicento sono stati due secoli molto importanti per lo sviluppo delle arti sia in Itala che in tutta Europa.

La mostra “Puro, semplice e naturale nell’arte del Cinquecento e del Seicento” che si terrà fino al 2 novembre a Firenze, nella Galleria degli Uffizi, si prepara a celebrare la grandezza dell’opera dei più noti pittori della nostra penisola.

Secondo l’esperto giudizio di Giorgio Vasari, infatti, Michelangelo, Raffaello, Leonardo, Andrea del Sarto e Frà Bartolomeo devono essere considerati i più importanti esponenti di quella che è stata poi classificata come arte moderna.

Questi e non solo sono gli artisti le cui opere vengono passate in rassegna durante la mostra.

Sono stati infatti selezionati circa ottanta capolavori di ben 35 artisti diversi.

La particolarità dei lavori realizzati a cavallo tra questi due secoli è sicuramente il rinnovato interesse per la natura, la sua imitazione.

Interessante anche la possibilità di slittare ad un altro argomento durante la stessa mostra, ovvero la questione della lingua, che comunque è stata fondamentale in quel periodo storico, che è alla base della formazione della nostra cultura artistica, ma innanzitutto della nostra lingua che in quei secoli è andata stabilizzandosi.

Tags: , , , , , , , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!