Arte Americana “Da Hopper a Warhol”

Da oggi fino a giugno San Marino dedica una mostra all’arte americana del XX secoloDa Hopper a Warhol”.

È un tributo senza precedenti in Italia, nel corso del tempo si sono allestite solo esposizioni monografiche, “Da Hopper a Warhol” invece analizza interamente il percorso della pittura americana. Naturalmente non sarà tracciato in modo minuzioso, perchè il numero delle opere presentate sono solo 25 circa, ma vengono raccontate tutte le tappe cruciali.

La rassegna sammarinese partirà con il realismo ‘sentimentalista’ di Edward Hopper; il cosiddetto ‘regionalismo’ e la critica sociale di Thomas Hart Benton; l’esperienza artistica di Giorgia O’Keeffe esponente del ‘precisionismo’.
A questa prima fase della pittura americana successe quella ben nota dell’espressionismo astratto, ammirabile in mostra grazie agli esempi dei nomi di noti artisti come gli ‘action painter’ Jackson Pollock e Franz Kline; Willem de Kooning con la sua ricerca di punti fermi e nuovi equilibri nella pittura e nella sua scultura; Arshile Gorky con i suoi colori caldi e ‘soffici’; le tele fatte di pochi colori e pochi dettagli di Mark Rothko.

La mostra prosegue soffermando l’attenzione sui due massimi rappresentanti della Pop Art: Andy Warhol presente con la sua celebre versione del 1964 di Jacqueline Kennedy, e Roy Lichtenstein. In chiusura due quadri di Andrew Wyeth e un grande quadro di Keith Haring.

Sarà il Palazzo SUMS (via G. B. Blluzzi 1, San Marino) ad ospitare, dal 21 gennaio al 3 giugno 2012, “Da Hopper a Warhol. Pittura Americana del XX secolo”. La mostra è organizzata da Linea d’Ombra con la collaborazione e i prestiti di celebri musei quali: il Museum of Fine Arts di Boston, il Wadsworth Atheneum di Hartford, la Terra Foundation for American Art di Chicago, la Broad Art Foundation di Santa Monica, l’Adelson Gallery di New York.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!