Asta d’arte per l’Emilia terremotata

L’arte diventa solidarietà con “Bid for Build”, un’asta di opere d’arte a favore della ricostruzione nell’Emilia terremotata di nuove strutture che operano nell’ambito della cultura e della didattica. Ad ospitare l’asta benefica sarà la grande sala di Palazzo Santa Margherita a Modena, l’asta si terrà il 6 ottobre ma le opere saranno visionabili il 4, 5, 6 ottobre.

Come per l’altro grande evento tenutosi il 27 giugno scorso sempre per finanziare i territori colpiti dal terremoto, anche “Bid for Build” si avvale degli stessi promotori: la Galleria civica di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena – Fondazione Fotografica, la Sopraintendenza per i Beni Storici artistici ed etnoantropologici di Modena e Reggio Emilia, nonché dello stesso banditore d’asta Filippo Lotti, Amministratore Delegato di Sotheby’s, una delle più importanti case d’asta internazionali la cui sede storica è in New Bond Strees, Londra.

Filippo Lotti batterà all’asta opere donate da collezionisti, artisti, archivisti, galleristi, per la maggior parte si tratta di opere di maestri del ventesimo secolo, all’incirca 100 lotti tra paesaggi, nature morte, autoritratti, bozzetti di scena e studi architettonici.

“Bid for Build” si inserisce all’interno dell’ottava edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, acronimo di Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani, associazione nata per rispondere all’esigenza di promuovere l’arte contemporanea e sostenere lo sviluppo delle istituzioni legate alla contemporaneità. L’immagine simbolo scelta per questa ottava edizione della Giornate del Contemporaneo racchiude i ritratti dell’imperatore Adriano e del suo amato e venerato Antinoo, immagine che rende alla perfezione quel filo conduttore tra passato e presente, tra storia e contemporaneo che l’arte, proprio come l’amore, avvicina.

È una nuova occasione per testimoniare la vicinanza del mondo dell’arte alla comunità emiliana, che ha saputo reagire ad un evento drammatico in modo esemplare e merita di essere sostenuta nella ricostruzione degli equilibri”, affermano il Direttore della Galleria civica di Modena e il Curatore esprimendosi sull’iniziativa.

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!