‘Beauty’, la bellezza della tradizione pittorica fissa si anima

La Bellezza, interrogativo e risposta ancestrale e costante nel mondo dell’arte, continua a generare ispirazione. Questa volta diventa ‘Beauty’ ed è l’intraprendente progetto del regista, animatore, sperimentatore piacentino Rino Stefano Tagliaferri. L’iniziativa artistica del giovane creativo, che tra le sue esperienze annovera collaborazioni con importanti personalità o aziende come BMW, Adidas, consiste nell’aver sottratto dalla staticità museale opere di celebri artisti infondendo in loro una sorta di soffio vitale, con il supporto dell’animazione digitale, Tagliaferri ha concretizzato quel movimento che solo il cervello di chi guarda un’opera riesce a compiere, quel ‘micro film’ che parte nella mente di chi interpreta una figura e ne immagina il prima e il dopo di quella fissità.

Circa centosei dipinti di una cinquantina di artisti, da Tiziano, Caravaggio, Reni, a Bouguereau, Godward, dunque opere della tradizione pittorica del barocco, del rinascimento, passando per il neoclassicismo fino all’ottocento, al novecento, che sfilano in ordine in pochi minuti di video, la particolarità è che ogni capolavoro appare animato di piccoli movimenti, delicati effetti grafici e sonori che giocano con la percezione fino a che sembrano svelare le scene da cui sono stati immortalati quei quadri e non il contrario.

Un progetto, ‘Beauty’, che tratta la Bellezza in vari ambiti, dalla religione all’erotismo fino alla morte, e che sta spopolando sul web dividendo le opinioni di chi preferisce l’arte come personale interpretazione di un dipinto e chi apprezza la reinterpretazione, nel pieno spirito dell’era mediatica, suggerita dal regista.

Tags: , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!