“Dardi d’Amore. Pittura e poesia nel Barocco emiliano”

Un argomento che è fonte di ispirazione inesauribile, perchè di grande fascino e perennemente attuale: l’Amore.

Indagato, rappresentato, sviscerato in tutte le sue potenzialità, caratteristiche, sfumature, soprattutto dal mondo dell’arte, scelto anche come tema dell’edizione 2013 del Festivalfilosofia, è anche il tema chiave di un’iniziativa nata come collaterale ad esso: “Dardi d’Amore. Pittura e poesia nel Barocco emiliano”. L’esposizione, fruibile fino al 6 gennaio 2014, è frutto della sinergia tra il Museo Civico d’arte, la Galleria Estense, la Biblioteca estense, ed anche la Banca Popolare dell’Emilia Romagna, ed allestita però nella sua nuova sede dei Musei Civici, l’unico dei tre Istituti ad avere retto il terremoto del maggio 2012, di conseguenza ha dunque il merito di rendere fruibili opere custodite nelle rispettive collezioni altrimenti inaccessibili, oltre che di mettere insieme opere di grande qualità tra sculture, dipinti, incisioni, testi a stampa, illustrazioni, commenti che coprono un arco temporale che va dalla seconda metà del ‘500 fino al ‘600 inoltrato.

In mostra il tema dell’Amore viene proposto attraverso due percorsi, il primo volto a rappresentare l’Amore nel mondo classico, l’amore passionale rappresentato dai ‘dardi’ di Cupido, che probabilmente per il loro immaginario strettamente associato all’amore ne hanno ispirato il titolo, sono infatti presenti in questa prima interpretazione esempi sia scultorei che pittorici del Dio Amore; il secondo gravitante attorno agli amori sfortunati, drammatici, afflitti che dominano tutta la trama della Gerusalemme Liberata di Tasso, di cui sono in esposizione alcune edizioni, difatti durante la stagione del Barocco Emiliano sono state concepite parecchie interpretazioni delle favole del Tasso, ma più in generale gli episodi d’amore narrati nel poema ispirato alla Crociata sono stati recepiti dagli artisti che da sempre hanno cercato di tradurli sul piano visivo.

L’esposizione consta di opere di artisti quali Guercino, Reni, Tiarini, Pasinelli, Badalocchio,Lana, Manfredi, Franceschini, Salvator Rosa, Dusebleo, ed è a cura di Davide Gasparotto, Lorenzo Lorenzini, Lucia Peruzzi, Milena Luppi.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!