Dopo quarant’anni ecco la foto tanto sognata!

Quarant’ anni sono un’eternità a volte, soprattutto quando si insegue con passione un sogno… o un fulmine! Lo sa bene Jay Fine, un cinquantottenne statunitense da sempre attratto dai lampi ed affascinato dalla fotografia. Il suo hobby lo ha portato, infatti, in lungo e in largo in cerca di un attimo magico e stupefacente da immortalare. Ecco perché Jay preferisce i fulmini, considerandoli “immagini vere e naturali ma al tempo stesso capaci di cogliere di sorpresa”. Egli, però, non sdegna farfalle, tramonti, comportamenti ed espressioni umani inusuali.

La passione dell’americano, nato a New York e vissuto per molto a Los Angeles, è così intensa che lo ha indotto sei anni fa a trasferirsi a Downtown Manhattan, poiché egli crede fermamente che la baia dell’Hudson sia tra i posti al mondo nei quali la natura regala le situazioni più inaspettate e ricche di emozioni. Così la sera del 22 settembre, dopo più di due ore di appostamento sotto una pioggia battente, è riuscito ad esaudire il desiderio che inseguiva da anni… da una vita quasi! Alle 20:45 la sua Nikon D300 con obiettivo da 60mm f2.8 ha incorniciato un istante davvero meraviglioso. Tra le 82 foto scattate una ritrae un fulmine che illumina in maniera del tutto singolare la Statua della Libertà. Nella foto il baleno squarcia il cielo e sembra colpire la torcia tenuta dalla mano della ‘Libertà’. Jay Fine sottolinea che la foto non è stata assolutamente ritoccata, precisando inoltre – con molta modestia ed umiltà – che lo scatto è il frutto di pura fortuna e di eccezionale casualità.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!