Francesco Arena “Com’è piccola Milano”

Ancora pochi giorni a disposizione per osservare ed ammirare le opere esposte dal 6 aprile presso gli spazi del Peep-Hole a Milano.

I lavori fanno parte della mostra intitolata “Com’è piccola Milano” e sono frutto del genio artistico di Francesco Arena.

La rassegna espone le opere incentrate su uno dei periodi più bui della Repubblica italiana, ovvero i cosiddetti ‘anni di piombo’.La città presa in oggetto è Milano, cara all’artista e simbolo della lotta di classe, della lotta armata e della strategia della tensione.

Ed è proprio nel capoluogo di regione lombardo che sono avvenuti gli eventi di maggiore importanza dell’epoca: la strage di Piazza Fontana, la morte dell’anarchico Giuseppe Pinelli, la scoperta del covo delle Brigate Rosse di via Monte Nevoso e l’omicidio di Fausto e Iaio.

In mostra vi saranno due opere appositamente realizzate dall’artista per la rassegna. Da 8 a 9 Senza Titolo (2011) rappresenta la distanza che intercorre tra il civico 8 e il civico 9 di via Monte Nevoso a Milano.
Il capolavoro acquista un significato profondo in quanto nel 1978 soli 8,80 metri  distanziavano un notevole nascondiglio delle Brigate Rosse (in cui fu ritrovato il Memoriale Moro) e la casa di Fausto Tinelli, il diciottenne ucciso insieme a Lorenzo ‘Iaio’ Iannucci per motivi ancora da chiarire.
Francesco Arena ha reso tale distanza attraverso un aereo e sottile oggetto di bronzo il cui peso coincide con quello dell’artista.

La rassegna è aperta fino al 14 maggio 2011.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!