I viaggi ‘delle’ e ‘dalle’ opere di Sergio Gioielli

Spaziarti Art Ungallery, Associazione Culturale in Corso Buenos Aires, Milano, ospita circa 20 opere di Sergio Gioielli. Un artista, un pittore, Gioielli, ma per l’interpretazione che richiede il suo genio e le sue immagini potrebbe essere definito un ‘comunicatore’, un ‘enigmista’, un ‘viaggiatore’.

Le sue tele sembrano attraversare e sviscerare il ‘dentro’ delle cose, oppure provenire dalle stesse. E’ un mondo spirituale e materico, al contempo, che Gioielli percorre e svela e lo fa attraverso il suo stile carico di continui rimandi e techiche diverse.

Partito dalla pittura informale, l’artista col tempo e l’esperienza è giunto ad una particolare ed interiorizzata dimensione, una dimensione che esprime con le caratteristiche peculiari del suo fare artistico come: simboli, figure, colori talvolta leggeri talvolta accentuati, serialità della quale si serve come provocatoria denuncia della cultura e società contemporanea vittima, spesso volontaria, di una spersonalizzazione del ‘sentire’, di un’ingenuità sporcata, di uno stupore apatico, e pecca di frenesia, azioni e ripetizioni robotiche.

La sua pittura si misura con il suo ‘sentire’ ed il suo ‘sentire’ trova sbocco nella sua pittura, come un meccanismo a tutto tondo, meccanismo che viene offerto ai visitatori con tutte le sue potenzialità, possibilità, speranze, per poter essere colto e ricostruito dalla ‘sensibilità’, dalla ‘percezione’, dall’interpretazione di ognuno.

Il ‘viaggio contemplativo’ sui ‘segni’ dell’essenza, dell’anima delle cose, proposto dall’arte di Sergio Gioielli attraverso la mostra milanese, è fruibile fino al 12 settembre.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!