Il Barocco dei Guidobono: “Favole e Magie”

Palazzo Madama, Torino, dal 29 maggio fino a settembre ospita una mostra dedicata ai fratelli Bartolomeo e Domenico Guidobono. I fratelli, nati a Savona, si distinsero per le loro opere barocche introdotte nell’ambiente piemontese tra il ‘600 e ‘700. Un’arte, la loro, che parte dallo studio accurato degli effetti della luce e dall’osservazione della natura. Le tematiche principali dei loro lavori sono favole, miti, magie, storie bibliche e sacre, nature morte, i cui soggetti sono fiori, frutti, animali, da qui il titolo della mostra “Favole e Magie. I Guidobono pittori del barocco”, il tutto con quel personale tocco di raffinata leggerezza che i fratelli introdussero negli ambienti artistici piemontesi.

Agli inizi del ‘700 i fratelli furono incaricati di affrescare le volte dell’appartamento della seconda Madama Reale, seconda dopo Cristina di Francia, Maria Giovanna Battista di Savoia erede dei duchi di Nemours. Quando il figlio Vittorio Amedeo II dichiarò decaduta l’autorità della madre e spense così ogni sua ambizione di potere, Madama Reale si dedicò all’arte e in particolare fu rinnovato il Palazzo Madama. Al fratello Domenico Guidobono si deve l’affresco dei soffitti e di alcune sale di Palazzo Madama.

Ai fratelli di Savona si deve anche una vasta produzione di quadri a cavalletto, attualmente dispersa tra musei e collezioni del Vecchio e del Nuovo Continente.

Favole e Magie” presenta quindi, inoltre, dipinti, disegni, incisioni ed è arricchita da opere di grandi artisti, punti di riferimento per la formazione dei due fratelli, quali: Piola, De Ferrari, Seyter, Rembrandt, Castiglione.

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!