Il David di Michelangelo

L’8 settembre del 1504 venne inaugurata a Firenze la splendida scultura di Michelangelo, il David.

Inizialmente esposto davanti Palazzo Vecchio, il David è stato poi trasferito al riparo dalle intemperie nella Galleria dell’Accademia.

Ogni anno milioni di turisti fanno ore di fila per entrare nel museo del polo fiorentino e ammirare la bellezza di uno dei più imponenti capolavori del grande pittore e scultore italiano.

Michelangelo, protagonista indiscusso del Rinascimento italiano, ha segnato sicuramente un’epoca con le sue opere.

Il David, così come gli affreschi della Cappella Sistina e la Pietà sono lavori che tutto il mondo ci invidia e che fanno parte del nostro patrimonio storico culturale.

La bravura e l’attenzione di Michelangelo nell’ultimare le sue opere non hanno pari.

In molti hanno cercato di imitarlo nel tempo, riscuotendo però scarso successo.

L’abilità del famosissimo artista sta soprattutto nella sua tecnica, inimitabile.

Se pensiamo proprio al David, vediamo che è molto difficile immaginare che in origine quella statua non era altro che un enorme pezzo di marmo.

Sbagliare anche solo di un cm nella realizzazione di quell’opera significava dover ricominciare tutto da capo, eppure la pazienza e l’abilità di Michelangelo hanno fatto sì che quel marmo divenisse un capolavoro a livello internazionale.

Tags: , , , , , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!