IL GIOVANE RIBERA IN MOSTRA AL MUSEO DI CAPODIMONTE, NAPOLI

Da venerdì 23 settembre all’8 gennaio 2012, il museo di Capodimonte, Napoli, ospita circa 40 capolavori di Jusepe de Ribera. La mostra, dal titolo Il giovane Ribera tra Roma, Parma e Napoli 1608-1624, è aperta al pubblico nella Sala Causa.

Ribera, pittore spagnolo, in Italia detto lo Spagnoletto, diede un fondamentale contributo al Barocco napoletano insieme a Caravaggio di cui era seguace. Nato nel 1591, si trasferì giovanissimo in Italia, fu a Parma, Roma ed infine Napoli dove vi lavorò fino alla sua morte.

I capolavori del pittore ritornano, così, nella città che a lungo lo ha ospitato.
L’allestimento della mostra è a cura di Nicola Spinosa, uno tra i più grandi studiosi ed esperti del maestro Valenciano.

Seconda tappa de Il giovane Ribera tra Roma, Parma e Napoli 1608-1624 dopo quella primaverile al museo del Prado di Madrid, presenta vari dipinti in più rispetto all’esposizione madrilena. La mostra pone l’attenzione sulle opere giovanili del pittore che, attraverso la sua crescita artistica, giunse a realizzare lavori come il San Girolamo, il Sileno ebbro, la Trinitas terrestris e santi che fanno parte della collezione stabile del museo di Capodimonte. La rassegna ha anche l’intento di affrontare il mistero delle tele del “Maestro del Giudizio di Salomone”, quadri di incerta attribuzione che sono centro di dibattito tra critici e studiosi di tutto il mondo.

“Intingeva i pennelli nel sangue dei santi”, spiegò così Lord Byron il realismo, il grottesco, la “rivoluzione” e l’impatto emozionale delle figure dello Spagnoletto.

L’orario di apertura del Museo è dalle 10 alle 19.30, tutti i giorni tranne il mercoledì.
Il costo del biglietto di ingresso è di 8 euro, 4 euro ridotto, 6 euro ridotto gruppi, 3 euro ridotto scuole.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!