“Il Sogno nel Rinascimento”, una mostra attorno al tema del Sogno

 

Gran parte della vita dell’uomo trascorre ne sonno e sognando. Questa è un’attività del tutto umana, un momento dell’esistenza, come la veglia…”, è quanto scriveva Breton, un’affermazione che spiega perfettamente l’importanza del ‘sogno’ in quanto realtà. Il ‘sogno’, un argomento affascinante, ricco di spunti ed ancora misteri, per la prima volta diventa fulcro di una mostra che ne analizza la rappresentazione dell’arte e della letteratura, dalla mitologia antica, ai temi biblici, alla cultura rinascimentale, periodi dove il tema del sogno assunse un particolare rilievo.

“Il sogno nel Rinascimento” è il titolo della mostra fruibile fino al 15 settembre presso la Galleria Palatina-Palazzo Pitti, Firenze, per poi fare tappa al Musèe du Luxembourg fino a gennaio 2014.

La mostra è divisa in 7 sezioni tematiche, si inizia dalla sezione che precisa il contesto nel quale il sogno di manifesta: la ‘Notte’, il sonno, per poi continuare con la sezione ‘Vacanza dell’anima’, ed ancora ‘La vita è sogno’, ‘ i Sogni del piacere’, ‘Sogni enigmatici e visioni da incubo’, ‘l’Aurora’, ‘il Risveglio’.

Ad ogni sezione è affidato il compito di ‘sviscerare’ l’argomento dal punto di vista di una tematica precisa, come ad esempio il sogno nella tradizione biblica e religiosa; la figura di Francesco de Medici ed il suo particolare rapporto con il sogno; il lato buio, inquietante del monto onirico; fino a ciò che avviene nello spazio tempo dell’Aurora, che secondo il Rinascimento era il tempo dei sogni veritieri, e al Risveglio.

Quello che la mostra esibisce è una grossa varietà di proposte di questo concetti, ad indagare il tema sono opere di artisti come Raffaello, Michelangelo, Naldini, Bosch, Brueghel, Met de Blues, Allori, Dessi, letterati come Francesco Colonna, e tantissimi altri nomi la cui fantasia è stata stimolata ed ispirata dai misteri dell’inconscio.

“Il Sogno del Rinascimento” è a cura di Chiara Rabbi Bernard, Alessandro Cecchi, Yves Hersant.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!