Indagine inedita di Antonello da Messina, della sua arte e del suo tempo

Negli spazi del Mart di Rovereto, fino al 12 gennaio 2014 un grande evento ne onorerà le aspettative: la nuova mostra che indaga in modo inedito l’intelligenza poetica e artistica di Antonello da Messina e del suo tempo.

Peculiarità dell’artista, massimo esponente della pittura siciliana del XV secolo, è il suo essere per certi versi precursore di una modernità, Antonello dà il via al rinnovamento artistico del meridione d’Italia sperimentando l’interazione tra le tecniche prospettiche e la scrupolosa cura dei particolari di origine fiamminga, un’arte, quest’ultima, con cui il maestro viene in contatto probabilmente a Napoli fino ad assimilarne i caratteri grazie soprattutto alla sua capacità ritrattistica.

Il percorso espositivo al Mart parte, difatti, dalla formazione di Antonello avvenuta nella Napoli di Alfonso di Aragona e si sviluppa fino all’esito veneziano e post-veneziano. Sono i volti i protagonisti dell’esposizione trentina, volti innovativi, infatti i soggetti non sono più rappresentati di profilo ma di tre quarti con lo sguardo acuto e penetrante, tale scelta conferisce ai personaggi un’autentica e quasi ‘contemporanea’ vitalità come per la “Vergine Annunciata” che può riassumere, per la sua sintesi di spazio, forma, luce, colore, tutta la grandezza di Antonello. Ecco che dalla lettura, o rilettura, delle opere dell’artista,che con il suo fermento creativo ha saputo cogliere le sfumature psicologiche e le caratteristiche più intime dell’esistere, dallo studio degli intrecci storico-artistici, nonché dalle controversie ancora aperte, «Non c’è dubbio che Antonello è colui che dialoga di più col novecento», afferma De Melis, curatore della mostra insieme a Ferdinando Bologna.

La mostra, tra i tanti meriti ha anche quello di rielaborare il rapporto del pittore con la Milano sforzesca e come ulteriore attrazione: la presenza di alcune opere non fruibili nella scorsa grande retrospettiva che Roma dedicò all’artista, quali “Ritratto d’Uomo”, “Salvator Mundi”, “Madonna Benson”.

 

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!