Inizia domani la XXV edizione della Biennale des Antiquaries

Apre domani, 15 settembre, la XXV edizione della Biennale des Antiquaries presso il Grand Palais di Parigi. L’imperdibile evento per collezionisti, appassionati d’arte e curatori museali dal 1956 è curato dal Syndicat National des Antiquaires (SNA), ovvero dall’associazione che riunisce una ristretta gamma di galleristi internazionali ben selezionati pari a 365, di cui 9 italiani. La rassegna internazionale è da cinquantaquattro anni una vetrina pregevole che mette in comunicazione il grande pubblico con i professionisti del settore.

Alla Biennale parteciperanno ben sei gallerie italiane (provenienti da Roma, Milano e Firenze) di cui 3 sono componenti del Syndicat National des Antiquaires (Fabrizio Moretti, Cesare Lampronti e Robilant+Voena). La galleria Tornabuoni Art di Roberto Casamonti (fondata a Firenze nel 1981 e da un anno con sede anche a Parigi) è una new entry dell’evento. In occasione del suo debutto, la suddetta galleria ha realizzato una straordinaria esposizione che vede protagonisti i capolavori delle più note tendenze del XX secolo e le opere d’arte dell’ haute époque italiana di Giovan Battista Caporali (1476- 1560) e di Antonio Tempesta (1555- 1630). La biennale accoglierà anche grandi protagonisti dell’ Arte Moderna quali Matisse, Picasso, Kandinsky, Braque, Bacon, De Chirico, Balla, Fontana e perfino Le Corbusier. Fino al 22 settembre il pubblico potrà ammirare anche una fantastica raccolta di 12 statuette (alte tra i 22 e i 24 cm) in terracotta smaltata in tre colori (tecnica sancai) risalenti alla Dinastia Wei (IV – VI sec. d.C.) e raffiguranti i segni dello zodiaco cinese. Questo e tanto altro ancora!

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!