John Lennon e le altre sfumature del suo talento

Negli ultimi tempi, di personalità creative, come musicisti del calibro di Bob Dylan, David Bowie, Brayan Adams, si è indagato e reso noto un aspetto tanto fondamentale quanto poco conosciuto, quello di un loro ennesimo talento artistico, la passione per l’arte visiva, pittorica, fotografica, scultorea e quant’altro. È ora il turno di John Lennon, immediatamente associato a capolavori musicali senza tempo, ad una carriera nei Beatles e come solista, la città di Modena esplora un altro ‘dono’ del poliedrico repertorio creativo dell’artista: il Lennon disegnatore, video artista, incisore.

La rassegna è fruibile fino al 20 ottobre presso la Sala Grande di Palazzo Santa Margherita, Modena, e sembra idealmente inserirsi nello spirito della città poiché il mese scorso Modena è stata teatro della tredicesima edizione del Festivalfilosofia il cui tema è stato “Amare”, un tema per l’appunto cardine nella vita e carriera di Lennon che deve il suo ‘essere’ ed il suo ‘fare’ alla sua musa e compagna di vita Yoko Ono, una coppia che ha fatto arte e che è diventata essa stessa arte, difatti tra i lavori esposti nella mostra modenese titolata “All you need is love. John Lennon artista, attore, performer” particolare rilievo hanno i video che i due realizzarono alla fine degli anni ’60 ed inizio ’70 come ad esempio ‘Smile’, ‘Fly’, ‘Up your legs’, oppure ‘Bag One’ una cartella contenente 14 litografie pensate dall’artista come regalo di nozze per la sua amata che raccontano i momenti più significativi della loro storia: il matrimonio, la vita insieme, l’intensa passione, quest’ultime stampe venate di totalizzante erotismo.

L’esposizione è curata da Enzo Gentile, Marco Pierini, Antonio Taormina.

Tags: , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!