L’uomo, il volto, il Mistero. Capolavori dai Musei Vaticani

La Repubblica di San Marino ospita una selezionatissima sezione di opere provenienti dai Musei Vaticani.

L’esposizione, iniziata il 20 agosto, documenterà come gli artisti autori delle suddette opere abbiano rappresentato le sembianze umane, sia maschili che femminili, a partire dalla Magna Grecia fino a giungere ai giorni nostri.

Un viaggio per esplorare e mettere in risalto l’animo dell’uomo anche per mezzo del volto.

Tale indagine è caratterizzata prima dal ritratto, poi dall’imitazione di modelli (siano essi gli dei o gli eroi dell’età classica) fino al periodo clou contraddistinto dal ‘modello’ per eccellenza: Cristo.

Egli rivela per mezzo del suo volto quello del Padre, il Dio creatore.

La rassegna è presieduta da Antonio Paolucci, alla quale è stata affidata anche la curatela con la collaborazione di Giovanni Gentili.

Fonti dalle quali si è attinto per la straordinaria esposizione sono quasi tutti i Dipartimenti dei Musei Vaticani.
Autentici capolavori d’arte classica provengono dal Dipartimento delle Antichità Classiche.

Si va dalla nota Testa di Atena (originale greco rarissimo appartenente al V secolo a.C.) al meno conosciuto Busto di Antinoo, realizzato nel II secolo e ritrovato a Villa Adriana a Tivoli, riconosciuto come il lavoro scultoreo più bello tra quelli pervenuti.

Si cita, inoltre, la fantastica testa marmorea di guerriero con elmo appartenente all’età traiana e il Ritratto di Claudia Semne in veste di Venere, realizzato nel II secolo.

La rassegna, dal titolo “L’uomo, il volto, il Mistero. Capolavori dai Musei Vaticani”, terminerà il prossimo 6 novembre.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!