La Cappella degli Scrovegni a Fermo con “L’Avvenimento secondo Giotto”

L’Associazione Culturale Il Portico, dal 13 al 28 aprile, allestisce a Fermo, presso la Chiesa di San Domenico, la mostra dedicata alla Cappella degli Scrovegni di Giotto.

La Cappella, sita a Padova, rappresenta un capolavoro della cultura italiana ed europea del trecento, è composta da un ciclo di affreschi, il più completo, realizzati da Giotto su commissione del banchiere padovano Enrico Scrovegni, e costituiscono il momento più alto di tutta la sua arte.

Giotto si dedica agli affreschi della Cappella, intitolata a Santa Maria della Carità, tra il 1303 e il 1305 e rivela la straordinaria capacità di addentrarsi nelle caratteristiche fisiche e psicologiche dei personaggi. Il ciclo pittorico della Cappella si divide essenzialmente in tre tematiche: gli episodi della vita di Gioacchino e di Anna, gli episodi della vita di Maria, gli episodi della vita e della morte di Gesù. In basso a questi affreschi sono presenti una serie di riquadri che illustrano le allegorie dei Vizi e delle Virtù.

Le storie della Madonna e di Cristo narrate in modo irripetibile dagli affreschi del maestro toscano nel ‘300 giungono così a Fermo. La mostra dal titolo “L’Avvenimento secondo Giotto” propone una vera e propria ricostruzione della Cappella degli Scrovegni di Padova attraverso grandi pannelli, circa 74, riprodotti in scala di fotografie realizzate da Giorgio Deganello che permettono allo spettatore di fruire, attraverso ogni immagine, di ogni dipinto giottesco soffermandosi sulle corrispondenze di posizione, sulle soluzioni cromatiche, sul significato simbolico.

La mostra è curata dal professor Roberto Filippetti.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!