La grande arte dei Musei al cinema con: Exhibition

L’arte arriva sul grande schermo e si avvicina così ad un pubblico vastissimo, il rivoluzionario progetto che porta nelle sale cinematografiche gli eventi espositivi ospitati in musei internazionali si chiama “Exhibition, la grande arte al cinema”, è prodotta dal multi premiato Phil Grabsky e sarà distribuita anche in Italia grazie a Nexo Digital con i media partner Mymovies e Radio Deejay.

Dopo il primo esperimento di un anno fa “Leonardo Live” girato nella National Gallery di Londra che ha portato nelle sale di 15 Paesi del mondo un film-mostra dal successo assoluto, la Nexo Digital offre ora una full immersion nel mondo di altri tre storici artisti: Manet, Munch, Vermeer.

Si inizia l’11 aprile con “Manet: Ritratti di vita”, che dalla Royal Academy of Arts di Londra raggiungerà il doppio dei Paesi mondiali, 30 Paesi, per una distribuzione ancora più ampia dello scorso anno, precisamente in Italia sarà fruibile nelle sale della Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, Lazio, Abruzzo, Umbria, Marche Toscana, Emilia Romagna, Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige.

Manet: Ritratti di vita” è una retrospettiva che esplora il mondo del ritratto di Manet, aspetto mai considerato nel modo opportuno sebbene costituisca circa la metà della produzione artistica del ‘padre dell’arte moderna’. L’evento dedicato a Manet non è solo un viaggio tra le sue tele ma nel cuore della sua vita e del suo tempo. Manet dipinse la sua famiglia, gli amici, le figure letterarie, politiche, artistiche dei suoi giorni, offrendo così una testimonianza dell’intera società parigina a lui contemporanea. Le opere saranno accompagnate dalle note di Chopin e Schumann e dalla voce dello storico d’arte Tim Marlow e dei curatori della mostra MaryAnne Stevens e Larry Nichols.

Il 27 giugno sarà la volta di “Munch 150 dal Museo Nazionale e dal Museo Munch di Oslo, il 10 ottobre Exhibition 2013 concluderà con “Vermeer e la musica: l’arte dell’amore e del piacere” dalla National Gallery di Londra.

I tre appuntamenti cinematografici offriranno una pellicola comprensiva anche di squarci di immagini dei luoghi in cui i tre artisti vissero ed esercitarono la loro arte per un risultato totalizzante.

Sono stato spinto dal desiderio di condividere l’emozione di queste grandi mostre con un pubblico più vasto, da Kansas City ad Adelaide, da Osaka a Napoli, da Glasgow a Città del Capo, mi sento di consigliare il film a tutti coloro che non possono raggiungere i Musei di Londra e di Oslo ma anche a tutti  i visitatori della mostra perché l’evento al cinema sarà un’esperienza che permetterà di entrare ancor di più nel cuore delle opere degli artisti”, spiega Phil Grobsky.

Tags: , , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!