La scatola di detersivo Brillo: nel 1964 Andy Warhol ne fece un’opera d’arte per tutti, nel 2013 diventa un Pouf per tutti

Le Minestre in scatola Campbell’s, le Green Coca Cola Bottles, le Brillo Boxes, i ritratti di Marylin Monroe, è tutto profondamente americano proprio come colui che ha fatto di queste ‘icone’ americane un’arte, Andy Warhol, il rappresentante più tipico della cultura pop americana.

Nel 1960 Warhol inizia a produrre i suoi primi lavori aventi come soggetto prodotti di largo consumo presi indifferentemente dal mondo del cinema, della politica o dagli scaffali di un supermercato.

Quella dell’artista di Forest City è un’estetica provocatoria, egli ritiene che la gente comprenda solo ciò che conosce, nulla meglio degli oggetti-simbolo della società dei consumi può prestarsi ad essere rappresentato artisticamente, con questo pensiero, il padre della pop art costruisce il suo personaggio secondo i tempi e i modi della campagna pubblicitaria. Ritrovare in un dipinto da museo un prodotto da supermercato rende paradossalmente artistico il quotidiano e porta l’arte al livello della ‘massa’, nel 1964 Andy Warhol, in occasione di una sua esposizione presso la Stable Gallery di New York, allestì le sue opere in uno spazio occupato da scatole di Brillo poggiate l’una sull’altra, gli interni della galleria d’arte sembravano assumere l’aspetto di un magazzino. In realtà le Brillo boxes di Warhol erano riproduzioni in legno delle confezioni originali già esistenti di uno dei detersivi di consumo in quel periodo destinato alla pulizia delle pentole d’alluminio. Le sculture di Brillo dell’artista erano identiche nelle dimensioni, nel colore, nella grafica, alle confezioni di detersivo, ed impersonavano la volontà di rivolgersi al mondo reale costituito da consumismo e stimoli visivi, “Comprare è più americano di pensare”, affermava Warhol.

Se “La Pop Art è di tutti”, ecco che le Brillo boxes tradotte da Warhol in sculture, quindi opera d’arte, e rese uno degli oggetti pop per eccellenza, diventano una morbida seduta capace di entrare nei nostri appartamenti, nella nostra vita quotidiana: il Brillo Box Pouf. Il progetto nasce dalla collaborazione di Fab (l’e-commerce company diventata tra le più famose del mondo nella vendita di prodotti di design a basso costo) con The Andy Warhol Foundation for the Visual Art e con il marchio Quinze & Milan (fondato in Belgio dagli omonimi artisti concettuali). Questa ulteriore elaborazione, ma questa volta dell’opera d’arte, è stata già lanciata sul mercato e sarà presentata in Italia ufficialmente questo aprile.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!