“L’Altro Pascali”, alla riscoperta delle animazioni di ieri

La Fondazione Pescheria, Centro Arti Visive di Pesaro propone fino al 9 settembre una mostra per “riscoprire” l’eclettico artista Pino Pascali.

Ritenuto uno dei più importanti esponenti dell’arte povera, Pascali fu scultore, scenografo, performer, lavorò per la Rai realizzando caroselli, spot pubblicitari, sigle televisive e tanto altro. Le sue opere vennero notate, da subito, da influenti galleristi italiani ed internazionali. Espose in importanti Musei e Gallerie di Roma, Torino, Bari, Venezia, Parigi, Vienna, Osaka, Londra. All’apice della sua carriera morì prematuramente a causa di un incidente stradale con la sua motocicletta. Pascali è considerato una delle figure più celebri dell’arte italiana degli anni Sessanta e Settanta.

L’Altro Pascali” presenta i lavori dell’artista, in particolar modo quelli grafici realizzati per televisione e cinema. Disegni su carta, su acetato, collage, story-board, scenografie, caroselli, intermezzi, scatti fotografici, pupazzi realizzati in cartone e materiali assemblati, video e pellicole immergeranno in quel linguaggio televisivo di “ieri” che si ricorda con nostalgia.

Tutto quello che è stato creato dall’inventiva artistica di Pino Pascali, lavori già esposti in passato ed altri inediti, viene proposto al pubblico per un’interessante riscoperta del genio che si cela dietro a quelle storiche “animazioni” degli anni Sessanta, come ad esempio i “Killers”, personaggi scelti da Pascali per i caroselli dell’Algida, nota marca di gelati.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!