“L’anno della cultura italiana negli Stati Uniti”

Anticipando di qualche settimana il 2013, si inaugura a Washington, alla National Gallery of Art, “L’anno della cultura italiana negli Stati Uniti”. La manifestazione gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e della presenza del Ministro degli Esteri italiano Giulio Terzi.

Per tutto il 2013 i Capolavori d’arte italiana (dall’età Classica al Rinascimento, al Barocco, all’età Contemporanea, ma anche musica, teatro, cinema, fotografia, letteratura, scienza, tecnologia, design, moda, gastronomia) oltrepasseranno l’oceano e saranno ospitate da una settantina di Musei ed Istituzioni culturali statunitensi come: la Legion of Honor di San Francisco, il Kimbell Art Museum di Fort Worth, il Metropolitan di New York, lo Smithsonian National Air and Space Museum di Washington, Art Institute di Chicago e tanti altri, per un totale di una quarantina di città, da Boston a New York, da Los Angeles a San Francisco, da Washington a Chicago, da Detroit a Miami, da Philadelphia a Houston.

180 eventi previsti, con l’obiettivo di presentare un’Italia orgogliosa della sua tradizione storico-artistica passata e futura e rafforzare l’antica ma solida amicizia tra i due paesi.

Il progetto apre con il David di Michelangelo alla National Gallery of Art di Washington, la figura della scultura, che invita lo spettatore ad ammirarla da ogni prospettiva, esercitò una forte influenza sull’arte contemporanea a Buonarroti e delle epoche successive. Per le qualità morali che il nudo incarnava, rappresentava pienamente quei principi di libertà e di indipendenza che i fiorentini stessi vedevano nelle proprie istituzioni repubblicane. Non è la prima volta, infatti, che questa statua rinascimentale è “testimonial” dell’eccellente arte, cultura e storia italiana all’estero.

Giungeranno anche Caravaggio, Bernini, Artemisia Gentileschi, il Satiro Danzante, l’Efebo di Mozia, il Codice del Volo degli uccelli di Leonardo, Velàzquez, il Galata Morente, Morandi, De Chirico. Ci sarà anche spazio per omaggiare il settecentesimo anniversario della nascita di Boccaccio, i 500 anni del Principe di Macchiavelli, Pier Paolo Pasolini, i premi Nobel della scienza e della tecnologia, e tanto altro.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!