L’antica arte Africana, dalle origini della vita all’eterno ritorno

Al MA, Museo Africano di Verona, fino al 30 settembre è visitabile la mostra “Arte Africana: cosmo, umanità ed eterno ritorno”. Il progetto va a completare il trittico di già due cicli di esposizioni presentati negli anni scorsi, dai rispettivi titoli Il Cantico delle Creature e Il Tempo ritrovato.  

Il progetto ultimo, come per i precedenti, consiste nel migliorare la conoscenza del continente africano per stabilire un dialogo ed un confronto tra culture, e si trova in perfetta sintonia con la collezione permanente del Museo. Si tratta di un percorso etnografico compiuto grazie alla ricca collezione di Fabrizio Corsi, collezionista e sensibile conoscitore della cultura e dell’arte africana.

Dalla nascita del mondo alla dialettica degli esseri” è il sottotitolo della mostra. L’Africa, secondo le teorie scientifiche oggi sempre più accreditate, fu la “culla” dell’umanità, il luogo dove apparvero le prime creature. Le opere in mostra ricostruiscono proprio il “ciclo della vita”, dall’apparizione delle prime creature, alla loro evoluzione fino alla nascita delle creature umane e la differenziazione in maschio e femmina con i loro rispettivi ruoli. Dalla nascita della vita, il percorso espositivo prosegue e termina con un esplicito richiamo alla filosofia di Nietzsche e alla sua teoria dell’eterno ritorno.

Le opere in mostra sono provenienti quasi tutte dall’Africa sub sahariana, si tratta di opere tribali, maschere, statue, gli antenati, le maternità, oggetti e strumenti di uso quotidiano, tutte originali, opere dell’uomo e di conseguenza rappresentano l’umanità dalla sua più antica arte.

Tags: , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!