“Leonardo da Vinci. Il Genio e le invenzioni”

Non solo esercitò una professione, ma tutte quelle ove il disegno s’interveniva ed era in quell’ingegno infuso tanta grazia da Dio ed una dimostrazione sì terribile accordata con l’intelletto e memoria che lo serviva…”, così scriveva Giorgio Vasari di Leonardo da Vinci, l’artista che “Dette veramente alle sue figure il moto et il fiato”.

Leonardo si interessò a numerose discipline, dall’anatomia alla botanica, dall’astronomia alla zoologia, alla meccanica, e a tanto altro pur “Non lasciando mai di disegnare”, l’artista fu tra i primi a riconoscere il valore della sperimentazione, si avvicinò ad esempio agli studi anatomici non grazie ai trattati dell’Antichità ma direttamente dissezionando cadaveri, stesso principio col quale approcciò alle altre discipline.

Agli inizi del ‘500 si dedicò agli studi sull’anatomia degli uccelli, la resistenza dell’aria, la caduta dei gravi e i moti dell’aria, la sua intenzione era quella di estrarne i segreti del volo, poiché espresse la sua fede nella possibilità del volo umano. Da questi studi cercò di stabilire le caratteristiche che una macchina avrebbe dovuto avere per funzionare, muoversi, volare.

La Macchina per il Volo”, anticipatrice del paracadute, è solo una delle quasi 50 macchine inventate dal genio di da Vinci che sono state riprodotte, sulla base di un approfondito studio dei disegni e degli appunti dell’inventore italiano, da un gruppo di scienziati e di artigiani, con materiali indicati nei Codici Vinciani, ed esposte nella mostra interattiva “Leonardo da Vinci. Il Genio e le Invenzioni”. Si tratta di una mostra aperta da aprile 2009 all’interno dello storico Palazzo della Cancelleria a Roma, e che, considerando il successo riscosso negli anni, è stata prorogata fino ad aprile 2014.

Tutte le macchine sono suddivise in 5 categorie che fanno capo ai 4 elementi della vita: acqua, aria, terra, fuoco, ai quali si aggiunge ‘elementi macchinali’. In ogni sezione sono esposte le invenzioni relative all’elemento titolare: nella sezione acqua è possibile ammirare ‘La Sega Idraulica’, in quella sull’aria ‘La Macchina per il Volo’, la sezione fuoco presenta il ‘Carro Armato’, ‘La Mitragliatrice’, la sezione terra ‘La Gru Girevole’, l’ultima sezione dedicata ai Meccanismi vede ricostruiti ‘Il Volano’, ‘ Il Cuscinetto a Sfera’. Queste solo alcune delle Macchine esposte in mostra dove l’interattività gioca un ruolo fondamentale, infatti i visitatori possono interagire con le invenzioni, tutte funzionanti, toccarle, metterle in modo e vivere così un’esperienza percettiva, cognitiva, emotiva, sensoriale senza pari.

L’ultima novità è la possibilità per il visitatore di viaggiare virtualmente nelle sembianze del proprio avatar preferito, all’interno della Mostra in 3D, utilizzando un iPad collegato ad uno schermo al plasma all’interno di una sala del Museo.

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!