Libertà e gioco nella rassegna “Kindergarten”

L’estate modenese sarà all’insegna dell’arte intesa come libertà da qualsiasi restrizione e gioco.

Ed è così che oggi, 30 giugno, alle 18:30 è stata inaugurata la rassegna intitolata “Kindergarten” letteralmente “giardino d’infanzia”.

L’inaugurazione, accompagnata dal dj set di Howie B, si è tenuta nel giardino davanti alla Palazzina dei Giardini nella quale prenderanno posto le opere esposte fino al 18 settembre 2011.

Sei saranno gli artisti partecipanti, provenienti da tutto il globo: Boris Tellegen -aka Delta (Netherlands), Futura (New York), Kostas Seremetis (New York), Mode2 (Mauritius), Os Gêmeos (São Paulo) e Tom Sachs (New York City).

La curatela della mostra è stata affidata a Giorgio de Mitri. Più di quattro secoli sono trascorsi da quando il Casino delle Feste ospitava ‘giochi’.
Oggi ve ne sono di nuovi, ovvero il costruttivismo di Boris Tellegen- aka Delta, le sperimentazioni dei maestri del graffitismo Futura e Mode2, le cronache surreali dei gemelli Os Gêmeos, le irriverenti iconografie pulp di Kostas Seremetis, i cortocircuiti e le parodie sul consumismo realizzati da Tom Sachs.

La rassegna si presenta così come il luogo di incontro tra personalità differenti, uno scambio ludico ed allo stesso tempo formativo e costruttivo, un laboratorio d’insieme per bambini di ogni età.

Alcuni fra gli artisti presenti, quali Mode2, Futura e Os Gêmeos partecipano contemporaneamente anche alla rassegna del L.A.Moca, dal titolo “Art in the Streets”.
Quest’ultima ripercorre, fino all’8 agosto 2011, 50 anni di graffiti e di Street Art sotto la curatela del neodirettore Jeffrey Deitch e dei curatori associati Roger Gastman e Aaron Rose.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!