L’interpretazione della luce in “Immagine della Luce”

Ancora pochi giorni per “Immagine Della Luce”, fino al 4 luglio, una mostra dedicata al tema dell’interpretazione della luce indagata e proposta dall’arte di 23 tra i più importanti artisti del panorama internazionale attivi tra gli anni ’60 a oggi. Tra istallazioni, dipinti, sculture, le opere in mostra sono circa cinquanta. Sono le quindici sale di Villa Clerici, Milano, ad ospitare la collettiva. Lo spazio espositivo sembra essere perfetto per l’intenzione della rassegna, difatti l’identità del Museo è quella di una Galleria di Arte Sacra dei Contemporanei, così “Immagine della Luce” esprime i valori della luce intesa come metafora della spiritualità, come possibilità di vedere e comunicare, di incontro tra individuale ed universale dove l’identità umana si incontra con la sua aspirazione alla trascendenza, e tutte queste immagini vivono grazie alla creatività artistica.

Le opere in mostra sono selezionate e disposte in relazione agli stessi spazi della Villa, e a volte addirittura ideati in virtù di essa, a creare una perfetta collimazione tra arte e spazi.

Nel corso della mostra sono previsti degli approfondimenti in relazione sempre al contenuto dell’esposizione e allo spazio espositivo.

Il concetto di luce viene messo in scena invitando alla riflessione sul suo significato simbolico in particolar modo nell’arte astratta, e la diversità di esperienze, formazione, linguaggi, età degli artisti chiamati a rappresentarne i significati fa in modo di ricrearne quasi un “quadro” completo.

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!