Maestà di Ambrogio Lorenzetti

L a Piccola Maestà di Ambrogio Lorenzetti, dopo essere stata esposta a Catanzaro all’interno della rassegna dedicata a divinità e miti e, grazie all’iniziativa della città calabrese, restaurata e protetta per essere opportunamente ammirata dal pubblico, giunge ora a Siena e sarà in esposizione fino a giugno alla Pinacoteca Nazionale. L’opera tra l’altro apre una serie di iniziative della Pinacoteca Nazionale.

Lorenzetti, insieme al fratello, sono stati gli ultimi grandi esponenti della pittura senese del trecento.

La tavola, di dimensioni contenute, concentra in sé tutte le caratteristiche dell’arte senese del trecento, uno dei motivi per cui è stata scelta per una mostra monografica che rappresenti al meglio i contenuti religiosi e sociali dell’epoca.

L’originalità di questa tavola, esemplare unico di Maestà di committenza privata, consiste nella particolare tecnica adottata grazie alla quale gli angeli che circondano la Madonna, con in braccio il bambino e seduta su un trono rialzato da due gradini, sembrano quasi scomparire nella luce, effetto quasi “precorritore”, mentre nel tappeto che la Vergine calpesta compaiono i simboli tipici dei persiani kilim. Nella parte superiore del dipinto prevale il colore oro, a differenza della policromia che caratterizza la tavola.

L’opera sarà accompagnata da un corredo che ne agevola la comprensione e guida il visitatore alle opere più significative del maestro senese.

Tags: , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!