Magiche opere in “Figurativo segnico” di Amelia Nicolosi Ferro

All’interno della terza edizione del ‘Festival siciliano della Cultura’ si è aperta ieri, 9 aprile 2011, la rassegna personale di Amelia Nicolosi Ferro.

La mostra, dal titolo “Figurativo segnico“, sarà visitabile fino al 22 aprile 2011 presso la sede dell’Accademia Federiciana di Catania.

L’esposizione è stata allestita dall’Accademia Federiciana, con il patrocinio della casa editrice Kritios Edizioni, e curata dal critico d’arte Fortunato Orazio Signorello.

Le opere in mostra sono di medio e grande taglio e rappresentano in toto l’attività produttiva dell’artista siciliana, impregnata di profondo lirismo e caratterizzata da una leggera propensione narrativa.

Amelia Nicolosi Ferro è nata ad Acireale l’11 gennaio del 1926 e, durante il suo percorso formativo, è stata allieva di Roberto Rimini ed Archimede Cirinnà.

La sua pennellata ha riscosso sempre un notevole successo tra i critici sia per la precisione del tratto che per la morbidezza delle forme.

Durante gli ultimi trent’anni di attività, l’artista catanese ha attinto alla tradizione figurativa del Novecento italiano, sottolineando così le sue abilità tecniche ed esecutive.
Nonostante ciò, Amelia non ha mantenuto sempre gli stessi stili.

L’artista, infatti, soprattutto tra gli anni ’70 e gli anni ’90 sfugge a qualsiasi rigida classificazione, mostrando tutta la sua libertà creativa.

Tutto nei suoi lavori acquista un significato particolare, anche le semplici variazioni cromatiche.
Nei suoi quadri, infatti, grazie alle pennellate di colore si ha la sensazione che tra i primi piani e gli sfondi vi siano delle proiezioni di intimi stati d’animo.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!