Maison Bibelot batte all’asta preziosi lotti

E’ iniziata ieri, sabato 4 dicembre, l’esposizione precedente l’asta che si terrà l’11 dicembre presso Maison Bibelot a Firenze.

I pezzi saranno battuti da Elisabetta Mignoni, esperta in gemmologia e particolarmente attenta alla cura di questo settore in crescita come dai risultati anche dell’ultima asta del 19 /20 novembre.

Dipinti, arredi, oggettistica da collezione e tanto altro sarà messo all’incanto.

Due grandi dipinti appartenenti ad Emilio Notte e datati 1922, “Ritratto di bambina” e “Ritratto di gentiluomo” con un olio su tela in ovale e cornice coeva. “Ritratto di fanciulla con bracciale”, un altro olio su tela con cornice contemporanea realizzato dalla pittrice romantica belga Fanny Geefs. E ancora “Ritratto di giovane nobildonna con gioielli di corallo” della scuola bolognese del XIX secolo.

Nella sezione degli arredi spiccano una coppia pregiatissima di comodini a forma di colonna scanalata di inizio XIX secolo, impiallacciati in piuma di noce en pendant con cassettone e specchiera; una vetrinetta in legno di rosa ornata con applicazioni in bronzo dorato appartenente al periodo liberty.

Ad arricchire il settore degli oggetti d’arte e da collezione, invece, alcuni orologi da mensola, come quello particolarissimo simile ad una gabbietta con all’interno un uccellino che si muove al ritmo dei secondi.

Una stima fra tutte: 12.000/14.000 € per la spilla -firmata  Trabert & Hoeffer-Mauboussin 1930 realizzata in oro bianco, rosa con diamanti (ct 4,0) e zaffiri taglio cuscino (ct 6,0) e modellata come un mazzo di fiori stilizzati.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!