Matteo Nardone e “I colori delle donne”

Domani è la Festa della Donna e molti sono gli eventi in programma per questa importante ricorrenza, che si fa sempre più sentita, visti anche i tanti tristi episodi di violenza che si verificano ai danni per l’appunto delle donne.

Il Teatro Furio Camillo di Roma, ad esempio, ospiterà fino al 30 marzo la mostra fotografica I colori delle donne di Matteo Nardone, noto fotografo della capitale. Il titolo della mostra si ispira ai versi della grande Alda Merini:

“Amo i colori, tempi di un anelito, inquieto, irrisolvibile, vitale, spiegazione, umilissima e sovrana dei cosmici ‘perché’ del mio respiro.”

Gli scatti mostrano le mille sfaccettature che posseggono le donne, la loro debolezza, la loro sensibilità ma allo stesso tempo la forza e la tenacia con cui affrontano la vita.

I loro mille ruoli nella società: bambine, studentesse, manager, madri…tutto questo le rende speciali, perchè in grado di cavarsela in ogni occasione.

Sono scatti rubati qua e là, ma da uno sguardo attento, che non si lascia sfuggire nulla. Ogni fotografia va scrutata in profondità, per assorbirne tutta la bellezza, la ricchezza di emozioni che può darci e l’eterogeneità dei soggetti ripresi.

Un modo semplice di raccontare una storia, anzi tante storie! Quelle di tante donne, la cui voce spesso non è compresa o addirittura, in alcuni casi, non è ascoltata a sufficienza, ma è vero che le immagini, a volte, sono più chiare delle parole.

Tags: , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!