Mirò, Mondrian, Calder, i Giganti dell’Avanguardia in un incontro unico

Per la prima volta a Vercelli, la quinta mostra GuggenheimI Giganti dell’avanguardia, Mirò, Mondrian, Calder e le collezioni Guggenheim”. Lo spazio espositivo sarà l’Arca, Chiesa di San Marco, Vercelli, dal 3 marzo al 10 giugno. La rassegna è curata da Luca Massimo Barbero, per l’organizzazione e la produzione di Sistema Museo, in collaborazione con Peggy Guggenheim Collection.

L’esposizione unirà una quarantina di opere, tra sculture e dipinti, grazie alle quali sarà possibile ripercorrere l’evoluzione, a partire dagli esordi, dei tre grandi artisti dell’Avanguardia novecentesca.

Mirò, Mondrian, Calder, uniti da una visione artistica simile, dall’amicizia e particolarmente apprezzati da Peggy, sostenitrice delle avanguardie europee.

Joan Mirò, pittore, scultore, ceramista spagnolo, esponete del surrealismo. Il suo stile fortemente originale, influenzato inizialmente dal dadaismo per poi rivolgersi all’astrazione, al surrealismo. Le sue “figure” sono in bilico tra forma e astratto, un astratto da interpretare attraverso il suo pensiero: l’astratto non è mai astratto ma sempre rappresentazione di qualcosa, quindi in un certo senso “forma”.

Piet Mondrain, pittore olandese, esponente del movimento De Stijl. La sua astrazione geometrica dimostra una complessità che smentisce l’apparente semplicità delle sue opere. La sua arte è ricerca di armonia, di equilibrio, ma un equilibrio “nuovo” che si crea nel rapporto tra linee e griglie riempite con i colori primari del rosso, blu, giallo, bianco, nero. La sua arte ha fortemente influenzato coevi e successori.

Alexander Calder, scultore statunitense, raccontò, difatti, di essere rimasto folgorato dallo studio di Mondrian, per la sua forma ampia, irregolare, pareti luminose suddivise da linee e griglie, proprio come i suoi dipinti. “In quel momento pensai a come sarebbe stato bello se tutto avesse preso a muoversi in quello spazio”, affermava Calder. Fu così che iniziò a creare sculture mobili, sagome libere di muoversi nello spazio e dai colori primari.

Un incontro unico, che vede riunite tre personalità di spicco dell’arte del XX secolo.

Tags: , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!