Mostra in Trentino dedicata ad “Alice in Wonderland”

Dal 25 febbraio al 3 giugno, al MART di Roveto, una mostra insolita: “Alice in Wonderland”. È una mostra che si propone come intento quello di analizzare, per la prima volta, l’influenza che il personaggio di Alice, scritto a fine 800 dal matematico Charles Lutwidge Dodgson, sotto il ben più noto pseudonimo di Lewis Carroll, ha avuto sul mondo dell’arte e particolarmente delle arti visive.

Il ben noto racconto è un’avventura in cui si “gioca” continuamente con rimandi a regole logiche, linguistiche, allusioni, interpretazioni, un’avventura che ebbe un seguito chiamato “Attraverso lo specchio”.

I classici, di indiscussa fama, di Lewis Carroll, “Alice nel paese delle meraviglie” e “Attraverso lo specchio”, da 150 anni hanno influenzato e ispirato generazioni di artisti. Questa mostra va ad approfondire il processo di creazione dei romanzi, l’adozione dei testi come fonte di “studio” e quasi di “esempio” nel mondo dell’arte, e la revisione e reinterpretazione che molti artisti hanno realizzato fino ai giorni d’oggi. Sono diversi gli autori degli oggetti in mostra, oltre alle testimonianze fotografiche dello stesso Carroll. L’esposizione è costituita da un insieme di stampe, dipinti, fotografie, illustrazioni, video proiezioni, riferiti a tutti i romanzi di Carrol, con un occhio di attenzione ai mondi fantastici dei suoi due testi più famosi.

Alice in wonderland” è organizzata dalla Tate di Liverpool in collaborazione con il Mart e la Kunsthalle Hamburg.

In mostra ci sarà uno spazio anche per artisti che si sono mossi nel surrealismo, con contributi a personalità come Dalì, Ernst, Woodman, Robert e altri ancora.

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!