Omar Galliani ‘spiato’ per sei giorni e una notte mentre lavora

Dal prossimo 14 dicembre non prendete impegni. Segnate in agenda un imperdibile appuntamento con Omar Galliani.
Per sei giorni e una notte sarà possibile ammirare l’attività produttiva del pluripremiato artista classe 1954.

Si potrà vedere Galliani all’opera giorno dopo giorno grazie ad un lavoro site-specific per la sala Lu.C.C.A. Lounge. A disposizione dell’artista vi saranno una modella, una matita e pareti bianche.

Omar Galliani utilizzerà i muri della sala Lu.C.C.A. in tele sulle quali riportare il proprio estro e la propria arte. Così l’artista, premiato in molte edizioni della Biennale di Venezia e riconosciuto a livello internazionale come uno dei nomi indiscussi dell’arte contemporana italiana, si farà ‘spiare’ durante la sua attività.

Si tratta proprio di una situazione del tutto voyeuristica, dato che lo spettatore potrà godere della visione solo attraverso uno spioncino.
Così commenta il protagonista dell’evento: “Per sei giorni sarò in piedi o seduto a tracciare e tessere un soggetto, Santa Lucia, portatrice di luce al di là delle tenebre, palpebre chiuse, palpebre aperte su quattro pareti, a contatto con la modella in posa a rinverdire e prolungare i silenzi dell’atelier dove il cavalletto non regge più la tela o il cartone, ma l’intera stanza.

Una telecamera documenterà l’origine e il divenire dell’opera per poi trasmettere il tutto in diretta sugli esterni del museo. Sarà un lavoro questo che andrà al di là delle disposizioni consuetudinarie e formali del supporto e della pinacoteca.

L’opera rimarrà in esposizione fino al 23 gennaio, seguita dai lavori dell’artista esposti nel Lu.C.C.A. Underground.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!