Quasi 70 milioni di dollari per ‘La belle romaine’ di Modigliani

Martedì è stato battuto all’asta un dipinto di Amedeo Modigliani (1884-1920) per la bellezza di 61.500.000 dollari (ossia quasi 70 milioni di euro compresi i diritti).
Quando l’artista livornese era in attività le sue opere destavano alquanto scalpore, oggi invece fruttano una marea di soldi.

L’asta si è tenuta a New York da Sotheby’s e l’opera in questione è Nu assis sur un divan, meglio nota agli esperti con l’epiteto La belle romaine.
Mentre l’America era intenta a seguire gli spogli elettorali, circa cento ricchi collezionisti e mercanti provenienti da tutto il mondo si sono dibattuti per cinque lunghissimi minuti la tela realizzata nel 1917 dal pittore livornese.
L’incanto è partito da 36 milioni di dollari, per poi salire a colpi di rilanci milionari fino a 47 milioni. Successivamente i rilanci sono stati di mezzo milione di dollari fino all’aggiudicazione finale di 61,5 milioni. Questa già strabiliante cifra sale a ben 68,962,500 dollari, calcolando i diritti d’asta.
Il valore del capolavoro in undici anni è aumentato di ben 52 milioni di dollari, considerando che nel 1999 era passato in asta, sempre a New York, al costo di 16,8 milioni di dollari.

Nell’anno in cui venne esposta per la prima volta (1917), presso la galleria parigina di Berthe Weill, l’opera fece talmente scandalo che alcuni passanti chiamarono le forze dell’ordine, le quali chiusero temporaneamente la mostra. L’elemento che più preoccupava non era tanto il nudo in sé, ma la contemporaneità delle donne ritratte… persino riconoscibili!

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!