Roma e Lecce, le città del Barocco in “Dipinti del Barocco romano”

Le due città Roma e Lecce, due dei principali centro del Barocco in Italia sono l’oggetto di uno stimolante evento aperto al pubblico fino al 16 dicembre. “Dipinti del Barocco romano da Palazzo Chigi in Ariccia, Roma”, si tiene presso il Palazzo Ducale di Castromediano di Cavallino, Lecce.

La mostra ha il merito di proporre in maniera esauriente gli anni a cavallo tra il XVI secolo e il XVIII, anni in cui il Barocco si impose sulla scena internazionale e le due città di Lecce e di Roma ne furono particolarmente terreno fertile. Il filo conduttore del “gemellaggio” tra il Barocco leccese e il Barocco romano è affidato ai Chigi, nota famiglia che diede i natali a Fabio Chigi, conosciuto come papa Alessandro VII e che in precedenza fu vescovo di Nardò, il quale ebbe il merito di aver avviato la trasformazione barocca di Roma, a lui si devono parecchie opere in stile Barocco nella “città eterna”, difatti si servì dell’aiuto di Gian Lorenzo Bernini commissionandogli ad esempio il colonnato di Piazza San Pietro. È in nome di questo rapporto tra Roma e Lecce che si inserisce la mostra di Palazzo Ducale, vengono esposti capolavori di artisti attivi nel Seicento. Le opere esposte provengono in parte dalla collezione Chigi, ed in parte dalle collezioni Lemme, Fagiolo, Ferrari, Laschena, confluite per donazione nel Palazzo Chigi di Ariccia.

L’esposizione è articolata in sezioni, ogni sezione corrisponde ad una tematica, ovvero ai diversi generi pittorici presenti nel secolo del Barocco: la pittura di ritratto, la pittura di paesaggio e veduta, la pittura per pale d’altare, la pittura decorativa, la pittura di quadreria.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!