“Sfumettature di artisti. Dalla matita al mouse”

Da Mickey Dugan, noto come The yellow kid, la prima serie di fumetti comici realizzati con strisce e vignette e soprattutto a colori, di fine ‘800, alle storie raccontate oggi negli e-book, il mondo delle illustrazioni, dei comics, ha appassionato e continua ad appassionare gli osservatori di tutte le età.

Sfumettature di artisti. Dalla matita al mouse” è la collettiva ad ingresso gratuito che riunisce fumettisti, illustratori italiani, dai più noti ai talenti emergenti, ed offre l’occasione al visitatore di scoprire tutte le sfumature, sfaccettature, “sfumettature”, i percorsi, di questo spesso divertente oltre che artistico mondo.

Due gli spazi che ospitano la mostra, fruibile ancora fino al 20 febbraio: l’InformaGiovani e Place Vendome, Arezzo, città «ricca di giovani e bravi disegnatori che, seguendo il solco tracciato da anni da ‘mostri sacri’, apportano continua linfa a quella che può essere definita un vera e propria scuola di comics locale», afferma Antonella Cedro, la curatrice.

Sono diciotto gli autori in esposizione, da Giulia Angioletti, dalla precoce predisposizione all’arte visiva, difatti è la più giovane artista della collettiva, quasi la mascotte considerato i suoi 9 anni, a Luca Dell’Uomo, dalla fine degli anni ’80 disegnatore di Dylan Dog e parte dello staff di Mister No; passando per: Fabio Civitelli, tra gli autorevoli autori di Tex insieme a Rossano Rossi, matitista, quest’ultimo, di Mister No; Lorenzo Palloni, coautore di Fascia protetta e autore della serie Mooned; Marco Santucci, un nome associato a Termite Bianca, alla miniserie Capitan America; Matteo Gallo, creatore del progetto artistico Le tette che meriti; gli appassionati di manga come Salvatore Borlenghi e Eleonora Neri, o Stefano Adriano Marzano entusiasta di cultura hip hop, iconografia afro-americana, cubana; il fumettista in erba Leonardo Fabbri; Gea Testi, disegnatrice delle tavole del racconto Le tette che meriti, che vanta collaborazioni internazionali ed utilizza grafica e fotografia come alimento per la sua stessa personalità; ed ancora: Raffaele Bindi, Elena De Nard, Mauro Mori, Giulia Pulera, Maria Laura Sanapo, Luca Sastri.

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!