Si infittisce sempre più il mistero della Gioconda

La Gioconda continua a farci stare sulle spine. Il mistero, infatti, intorno all’opera realizzata da Leonardo da Vinci si infittisce sempre più.

Il Comitato Nazionale per la Valorizzazione dei Beni storici, culturali e ambientali (lo stesso protagonista del ritrovamento dei resti di Caravaggio e alla continua ricerca del nome certo della Monna Lisa) ha rivelato che anche gli occhi della protagonista nascondono un enigma.

Sembrerebbe che all’interno delle pupille siano nascoste due lettere minuscole.
Vi sarebbe anche un ulteriore mistero, forse un’altra coppia di lettere oppure di numeri, celato sotto la prima arcata a destra del ponte stante dietro la donna.

Ovviamente ad occhio nudo è difficile notare tutti questi particolari, ma come sottolinea lo stesso presidente Silvano Vinceti l’ingrandimento dell’immagine segnala nell’occhio destro della Gioconda ”la presenza di un monogramma che sembra essere ‘LV‘, forse proprio le iniziali di Leonardo”.

Più emblematica la questione relativa all’occhio sinistro della donna: potrebbero essere, sempre secondo Vinceti, il grafema ‘B’ oppure la coppia ‘CE’.
Riguardo all’enigma nascosto sotto l’arcata del ponte, potrebbe trattarsi di due numeri ‘72’ oppure, se letti al contrario, di una ‘L’ e di un ‘2’.

La scoperta avviene casualmente, come spesso accade. Il protagonista non è un artista o un culture d’arte, ma un bidello pugliese di nome Luigi Borgia. Quest’ultimo è riuscito a convincere il Comitato ad effettuare un esame più approfondito e così è stato. Tutti i pittori esperti consultati hanno confermato che (…) “questi segni non possono essere stati fatti per caso o per errore, sono stati inseriti volutamente dal pittore”.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!