“The New Orleans Series”, l’altra faccia di Bob Dylan pittore

Bob Dylan, una delle più importanti pop star degli ultimi 50 anni, è immediatamente ricordato come cantautore e compositore di testi entrati nella storia soprattutto come inni dei movimenti pacifisti e per i diritti civili, l’artista statunitense è stato, infatti, una figura simbolo degli anni ’60 della canzone impegnata e di protesta, le sue ballate erano fortemente evocative e nel 2008 gli hanno attirato il Premio PulizerPer il profondo impatto sulla musica popolare e sulla cultura americana, grazie alle liriche composte e alla straordinaria forza poetica dei suo i testi”, le stesse atmosfere evocative che egli amava ritrarre nei suoi dipinti, sebbene il Bob Dylan pittore sia sicuramente meno conosciuto del Bob Dylan cantante.

Francesco Bonami, critico d’arte, interessato a far conoscere questo altro aspetto artistico della pop star, gli ha proposto una mostra delle sue tele in Italia impegnandosi a curarla, è così che Palazzo Reale di Milano fino al 10 marzo ospita più di una ventina di dipinti di Bob Dylan, per la sua prima esposizione italiana.

La mostra si intitola “The New Orleans Series” e raccoglie opere di due tipi: alcune realizzate a partire da fotografie, altre nate durante le passeggiate cittadine di Dylan, infatti le sue 23 tele a Palazzo Reale sono quasi una narrazione personale, dove ogni immagine vive tra sogno e realtà, e raccontano la vita della New Orleans degli anni 40 e 50, cortili, locali Jazz, figure di donne, feste in maschera, volti di musicisti, scene talvolta d’amore talvolta di violenza, atmosfere talvolta losche talvolta misteriose, proprio come la New Orleans vissuta dall’artista durate i suoi soggiorni in questa città che gli ha fatto da musa.

Dylan disegna fin da quando era molto giovane e delle sue storie raccontate su tela coma artista visivo afferma “Quando dipingo mi sento come un sarto che fa un vestito a qualcuno, dipingo per la gente”, per questo motivo egli stesso ha voluto che la mostra fosse ad ingresso gratuito.

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!