Udine espone i fantastici capolavori di Escher

Conosciuto principalmente per le sue incisioni su legno, litografie e mezzetinte che tendono a presentare costruzioni impossibili, esplorazioni dell’infinito, tassellature del piano e dello spazio e motivi a geometrie interconnesse che cambiano gradualmente in forme via via differenti.

Maurits Cornelis Escher (1898 – 1972) è stato un incisore e grafico olandese, il quale ha mescolato nelle sue opere arte e pensiero scientifico. Questi ultimi si fondono dando vita a lavori suggestivi e davvero stupefacenti.

Prova la stampa su tela con un capolavoro di Escher

Dal 25 ottobre 2010 e fino al 6 gennaio 2011 Udine dedica una mostra monografica all’artista olandese presso la Casa Colombatti-Cavazzini.
Quest’ultima è situata nel cuore del centro storico del capoluogo friulano ed è uno dei più bei palazzi della città.

La rassegna è stata organizzata da Bianco&Nero con la collaborazione della Fondazione M.C. Escher di Baarn (Olanda) e dell’Associazione culturale vicino/lontano.

Il visitatore potrà ammirare un’ampia selezione dei capolavori più celebri dell’incisore e grafico olandese. La mostra propone l’essenza ultima dell’attività produttiva e della visione di Escher, il quale ha provato a manipolare lo spazio e il tempo riuscendo a creare un nuovo cosmo.
Questo secondo mondo produce effetti fantastici e straordinari e si muove con logiche spazio-temporali del tutto insolite e snaturate.

L’artista dà così vita a strutture impossibili, esplorando l’infinito e osservando il mutare fluido delle forme che altera gli elementi e le creature del mondo.

Dal 23 dicembre 2010 al 6 gennaio 2011 sarà possibile visitare la rassegna tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00, tranne il 25 dicembre.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!