Un quadro nel quadro, l’arte delle illusioni ottiche

Le illusioni ottiche nell’arte rappresentano una sorta di ‘arte nell’arte’, qualcosa che fa guardare due volte, una prima che rivela ciò che è visibile al primo impatto, ed una seconda che svela tutto ciò che c’è tra le ‘righe’.

Pieni di questo genere di ‘sorprese’ sono i ritratti di Giuseppe Arcinboldo dove dalle sue nature morte appaiono volti, egli fu, per così dire, un pioniere di quelle che sarebbero state poi, secoli dopo, le illusioni ottiche di Renè Magritte, Salvador Dalì, Escher.

Oleg Shuplyak non è da meno, il talentuoso pittore contemporaneo ucraino, da anni si dedica alla creazione di sensazionali tele ad olio il cui gioco di figure, colori, luci, e le illusioni conoscitive che creano, sono l’elemento portante della bellezza dei suoi dipinti.

Shuplyak ha studiato architettura e poi si è arreso alla sua vera passione: la pittura, la sua è difatti un’arte che necessita conoscenze matematiche ed una meticolosa progettazione poiché il segreto è nella manipolazione delle regole della percezione. Oggetti e personaggi nei disegni dell’artista hanno posizioni studiate nei minimi particolari perché concepiti per poter evidenziare un secondo livello visivo, in cui cambia il punto di vista e appare un’altra scena, un altro personaggio.

Capita così che dietro ad una tela che ritrae, apparentemente, una donna seduta su una poltrona con un libro poggiato sulle ginocchia, che indossa un cappello ed un vestito dalle maniche a sbuffo, circondata di oggetti, si nasconde in realtà il volto di Salvador Dalì nella sua peculiare e provocatoria espressione dagli occhi sgranati e i suoi eccentrici baffi. Spesso le immagini realizzate dal pittore ucraino occultano personaggi famosi dell’arte e della cultura come: Picasso, Freud, Darwin, John Lennon, Zeus, Galileo, Nostradamus.

Talvolta i due piani della realtà sono immediatamente evidenti, altre prima di percepire il secondo strato c’è bisogno di alcuni minuti di accurata osservazione, ma il risultato è sempre un grosso stupore, come di fronte ad ogni geniale rivelazione.

Tags: , , , ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!