Un viaggio nella storia dell’arte Rinascimentale con “Rinascimento in terra d’Arezzo

Dal 14 giugno e fino al 18 novembre la regione Toscana promuove uno dei secoli più importanti per la storia, il Rinascimento. L’iniziativa è promossa da “Piccoli Grandi Musei” un progetto voluto anni fa dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze per la valorizzazione artistica e culturale del territorio, difatti il progetto da sempre mira a realizzare numerose iniziative volte a tramandare l’importante tradizione artistica locale, attraverso quei musei minori, Piccoli, perché disseminati all’interno delle città e poco noti, ma Grandi perché conservano veri e propri “tesori” della storia dell’arte.

PGM con la sua VIII edizione approda così in terra d’Arezzo che, insieme alle numerose cittadine della Val di Chiana, nei secoli è stata crocevia dei più importanti artisti Rinascimentali che vi nacquero, vi operarono, e disseminarono i loro capolavori oggi ammirabili nei musei e nelle chiese che partecipano alla nuova edizione di PGM.

Rinascimento in terra d’Arezzo, è difatti il titolo della mostra. La principale intenzione di questo viaggio nel panorama artistico del “secolo d’oro” è quella di riportare in auge, ricordandone il vecchio splendore, la straordinaria stagione rinascimentale che vide protagonisti artisti quali: Beato Angelico, Piero della Francesca, Bartolomeo della Gatta, Luca Signorelli, Donatello, Neri di Bicci, Michele da Firenze, Andrea della Robbia, Sansovino, Filippo Lippi. I luoghi visitabili sono pieni dei loro capolavori: Madonne con Bambino, Santi, Profeti, Annunciazioni, pale, tondi, sculture, miniature e quant’altro. Tra i numerosi enti promotori dell’iniziativa: il Museo nazionale di arte medioevale e moderna, il Museo di arte sacra di Arezzo, la Cattedrale di San Francesco, il Museo Diocesano.

Tags: ,

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!