Una michelangiolesca ‘Pietà perduta’ dietro al sofà!

Alle scoperte non c’è mai fine e neanche a quelle a dir poco spettacolari ed assolutamente inimmaginabili! E’ proprio ciò che è accaduto negli Stati Uniti d’America, precisamente nello Stato di New York. Si tratta del ritrovamento di una tela che è stata dipinta nientedimeno da Michelangelo Buonarroti, meglio conosciuto come Michelangelo. La vicenda si è svolta presso la residenza a Buffalo del colonnello dell’aeronautica statunitense Martin Kober ed è stata riportata dal quotidiano britannico ‘Telegraph’.

Ben 27 anni fa una pallina da tennis aveva fatto cadere a terra la pregiatissima, e non ancora scoperta, tela rinascimentale. La famiglia Kober, dopo la caduta, aveva conservato il dipinto avvolgendolo in una coperta e ponendolo dietro a un sofà. Nessuno immaginava che quel quadro, raffigurante Gesù morente e Maria disperata, potesse essere così prezioso ed appartenere davvero al Buonarroti. A riprova di ciò un particolare aneddoto: la famiglia Kober aveva affettuosamente soprannominato la tela ‘The Mike’, proprio per la semplice credenza che essa fosse di Michelangelo. Sette anni fa, però, il colonnello si è rivolto allo storico e restauratore italiano Antonio Forcellino per fugare qualsiasi dubbio. Lo studioso, con lo stupore di tutti, ha confermato la paternità michelangiolesca, valutandola ben 300 milioni di dollari! Dunque, l’opera –secondo il parere di Forcellino riportato nel suo libro ‘La Pietà Perduta, Storia di un Capolavoro ritrovato di Michelangelo’– sarebbe la riproduzione grafica della più nota scultura ‘Pietà’, situata presso la Basilica di San Pietro a Roma.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!