“Ventagli ad Arte”

Nelle Sale del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, grazie alla partecipazione di artisti di fama internazionale, viene rivisitato uno degli accessori più antichi che ha fatto la storia della moda: il Ventaglio.

La mostra dal titolo “Ventagli ad Arte”, già fruibile dal 20 aprile, è visitabile fino al 30 settembre.

64 artisti proporranno la propria interpretazione di ventaglio rendendolo una curiosa opera d’arte contemporanea.

Ventagli ad Arte” è un progetto di Luisa Moradei, storica della musica, appassionata d’arte, e collezionista di questo accessorio femminile.

Le prime testimonianze di ventagli risalgono all’antichità egizia ed asiatica, come si manifesta nei bassorilievi e pitture dell’Antico Egitto, ma fu con la civiltà greca che iniziò ad essere impiegato per uso domestico. I ventagli erano costruiti secondo forme e materiali variegati.

A Londra più di duemila esemplari costituiscono il Museo dei Ventagli, mentre all’interno dell’Archeologico Nazionale di Firenze sono presenti, come collezione permanente, alcuni esempi di flabelli etruschi e ventole romane di modo che il Museo sembra essere luogo ideale per la mostra: diventa un’occasione di dialogo e connubio tra arte antica e arte contemporanea per ricostruire a tutto tondo la storia di questo accessorio.

Ognuno degli artisti contemporanei in mostra offre la sua variate del tema impiegando la materia a lui più congeniale, ventagli in bronzo, carta, ceramica, piombo, oro, ferro, tessuto, fino all’interpretazione in tessuto a fibre ottiche.

Gabriella Guidotti ha realizzato, ispirandosi al flabello etrusco esposto al Museo, un ventaglio in telaio di cotone, iuta e fibre assortite, con un intreccio dei filati volto ad ottenere la pieghettatura del tessuto ad effetti tridimensionali per rendere l’idea del motivo decorativo del flabello. Sergio Staino propone un ventaglio colorato e giocoso. Superfici specchianti per il ventaglio di Michelangelo Pistoletto. Omini e gatti scarabocchiati per Loffredo. Il tema marino proposto da Gillo Dorfles. Gli “orizzonti onirici” di Ghelli. Ventaglio dal look “enigmistico” per Stefano Bartezzaghi. Ventaglio a fibre ottiche per Federico Laguzzi. Emilio Isgrò propone il suo ventaglio a “forma poetica”. L’orafo Gianluca Cassigoli propone il suo prezioso esemplare.

Questi e tanti altri artisti del panorama artistico locale e nazionale per 64 opere dalle soluzioni più eclettiche.

Tags:

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!