Vettor Pisani “Eroica/Antieroica: una retrospettiva”

Ancora per qualche giorno, fino al 24 marzo sarà possibile visitare la mostra di Vettor Pisani “Eroica/Antieroica: una retrospettiva” presso il museo Madre di Napoli.

Le opere esposte, circa 200, alle quali è stato dedicato un intero piano del museo, più altre sale, si dividono in installazioni, collage, disegni, fotografie e dipinti. Alcune delle installazioni sono state poi utilizzate nel corso dell’esposizione per alcune interessanti performance. Caratteristica del Pisani è infatti l’uso della messa in scena teatrale per presentare le sue creazioni.

L’artista pugliese, ma di origini ischitane (da notare la sua passione per l’isola napoletana evidente in alcuni suoi lavori), ha saputo unificare nella sua opera diverse discipline, dall’arte alla letteratura, dalla fotografia al dipinto, lasciando però nelle sue intenzioni poca trasparenza.

Ciò che risulta dalla mostra è in effetti un senso di smarrimento, una sorta di “non detto” dell’artista, che intriga e spaventa allo stesso tempo.

Un’infinita ricerca di elementi tanto opposti quanto simili: uomo e animale, vita e morte, uomo contro la natura e natura contro l’uomo.

Svariati gli elementi utilizzati nella composizione delle opere, nelle quali figurano corpi (manichini femminili), pianoforti, violini, specchi, forme geometriche e labirinti, forse l’elemento più complesso ed interessante della storia, a partire dalla mitologia greca.

Leave a Comment

Tempo esaurito. Ricarica il codice!